13 Aprile 2024
EconomiaPalermo e Provincia

Saldi in Sicilia, la Cidec prevede un incremento delle vendite pari al 20%

“Tra i commercianti si respira un’aria di cauto ottimismo in merito all’esito dei saldi estivi in Sicilia: l’auspicio è che si riesca a superare l’impasse degli anni passati e smaltire la merce rimasta nei magazzini”: lo afferma Salvatore Bivona, presidente regionale della Confederazione Italiana Esercenti Commercianti, a seguito di un’analisi relativa alle previsioni di spesa condotta dall’Osservatorio economico dell’organizzazione datoriale.

“Prevediamo un incremento contenuto ma al tempo stesso significativo – afferma – pari a circa il 20% rispetto all’anno scorso: la ripresa degli acquisti è favorita da diversi fattori, a partire dai grandi eventi che, soprattutto a Palermo, rappresentano un ulteriore elemento di attrattività”.

“Le grandi città quali il capoluogo siciliano e, nel versante orientale, Catania – afferma il presidente – sono attraversate da un dinamismo culturale senza precedenti, tra rassegne letterarie e musicali, concerti ed esibizioni live e mostre di grandi artisti: ciò non può fare altro che esaltare le specificità e le risorse già notevoli dei nostri territori, che di certo non difettano in termini di bellezze naturali, paesaggistiche e architettoniche”.

“Condividiamo – aggiunge – la scelta dell’assessore regionale alle Attività produttive Edy Tamajo di fissare per giovedì 6 luglio l’avvio degli sconti nell’isola, dopo un confronto molto meticoloso con le associazioni di categoria”.

“Allo stesso modo – prosegue – riteniamo corrette le indicazioni dell’assessore in merito alla necessità di sostenere il commercio di vicinato e, in tal senso, la CIDEC di certo non farà mancare il proprio contributo nell’ambito di un’azione di sensibilizzazione rivolta ai siciliani alle prese con gli acquisti”.

“Nulla contro i grandi poli commerciali – precisa – ma occorre rivitalizzare il valore della prossimità, non soltanto per garantire ai titolari di piccoli negozi la continuità delle proprie attività ma anche per tutelare la dimensione sociale e conviviale che i punti vendita di vicinato racchiudono”.

I saldi estivi si concluderanno venerdì 15 settembre, ma le vendite promozionali possono comunque essere effettuate in qualsiasi periodo dell’anno.

“Nel corso dei mesi – conclude Salvatore Bivona – la CIDEC vigilerà affinché nessuno violi le regole sulla trasparenza dei prezzi e sulle vendite dei siti di e – commerce: i cosiddetti sconti farlocchi, ovvero la pratica di alzare il prezzo di un prodotto prima di applicare il ribasso, sono una scorrettezza ingiustificabile e di certo non giovano al settore terziario, già fortemente in affanno a causa della mancata ripresa che si attende dalla conclusione dell’emergenza sanitaria”.