13 Aprile 2024
Agrigento e ProvinciaPolitica

Aeroporto di Agrigento, per il Cartello Sociale ”occorre rilanciare un’iniziativa forte”

Il Cartello Sociale della provincia di Agrigento rilancia il progetto della realizzazione di un aeroporto in provincia di Agrigento e invita tutti i soggetti istituzionali e non a fare una battaglia comune per avere riconosciuto il diritto a dotare il territorio di questa fondamentale opera.

“Un’opera di cui si parla da tanti decenni e che non è mai riuscita ad essere messa in cantiere è sicuramente lo scalo aeroportuale di Agrigento.
Da tutte le parti si sottolinea il fatto che il nostro aeroporto si inserirebbe in un triangolo equidistante che aiuterebbe tutta La Sicilia a meglio distribuire il traffico e la portata dei vari scali, eppure gli ostacoli alla sua realizzazione imperversano e se ne frappongono sempre di nuovi.
Tuttavia anche quando nel passato si è raggiunta una posizione favorevole, unanimemente condivisa, da parte di tutti i protagonisti del territorio non si è riusciti a convincere le autorità competenti a dare il via libera a questa importante infrastruttura.
Tutti uniti, a cominciare dai nostri politici nazionali e regionali di destra e di sinistra, i sindaci, le associazioni, le varie categorie, il Cartello e ogni cittadino dovremmo alzare un unico grido di rivalsa, dignità e rivendicazione ad avere anche noi una struttura adeguata che permetta al nostro territorio una migliore circolazione necessaria per tutti i cittadini.
Un unico grido che sale dal basso e che invita governo centrale e regionale ad inserire l’opera nel piano dei trasporti.
Come è possibile che ci siano 45 aeroporti in tutto il territorio nazionale e in Sicilia, che per territorio, popolazione e soprattutto posizione geografica, non ci sia la possibilità di uno scalo ad Agrigento?
L’aeroporto non è un’opzione ma una necessità per rimediare all’isolamento in cui versa la provincia di Agrigento deprivata delle infrastrutture viarie essenziali. In ultimo, va considerato come il caos voli, per cause straordinarie, di queste settimane ha dimostrato ancora di più l’importanza e l’urgenza di un altro scalo per organizzare un servizio integrato di mobilità regionale a vantaggio dei residenti e dei turisti”.