23 Aprile 2024
Agrigento e ProvinciaCultura & Società

“Cicerone e i siciliani contro Verre”, Alfonso Veneroso conquista il pubblico tra i ruderi di Montevago (VIDEO)

Il teatro tra i ruderi del terremoto del ‘68 conquista il pubblico: grande successo ieri sera a Montevago per lo spettacolo di Alfonso Veneroso dal titiolo: “Cicerone e i siciliani contro Verre” che si è tenuto nell’antica cattedrale rinata a nuova vita dopo un primo importante interventi di riqualificazione. “Lo spettacolo – ha commentato l’attore – riguarda il più grande processo per corruzione dell’antichità che fa diventare Cicerone il più grande avvocato della Sicilia. L’evento approda qui a Montevago e vuole portare la cultura in questo luogo incredibile che è l’antica cattedrale”. Così il sindaco Margherita La Rocca Ruvolo: “E’ stata una serata molto emozionante, questo spettacolo sembra un processo dei giorni nostri. Fa piacere rivedere la cattedrale di Montevago al centro della cultura”.

Lo spettacolo di Alfonso Veneroso racconta la grande battaglia dei siciliani contro il primo abuso compiuto da un’amministrazione straniera sull’isola. Un evento che segnerà in maniera indelebile l’animo dei siciliani, da Cicerone definiti: “Gente oltremodo intelligente e sospettosa”.
Veneroso racconta di Marco Tullio Cicerone che mise a rischio la propria vita e la propria carriera di giovane e brillante avvocato della grande Roma repubblicana, per difendere la Sicilia e i suoi abitanti, nel processo “contro Verre”, astuto governatore romano, che saccheggiò sessantasei città dell’Isola, manipolando le leggi e la giustizia, uccidendo e torturando chiunque si opponesse al suo processo di arricchimento. Una vicenda che segnerà notevolmente i siciliani, che hanno definito Cicerone come arma di giustizia e speranza.