18 Aprile 2024
Agrigento e ProvinciaCronaca

Mafia, questore vieta i funerali di un presunto boss a Licata

Il questore di Agrigento, Emanuele Ricifari, ha vietato, per motivi di ordine e sicurezza pubblica, i funerali pubblici per Giovanni Lauria, 83 anni, ritenuto – come sostenuto dai magistrati che coordinarono l’operazione “Xydi” – il “capo della famiglia mafiosa di Licata”. Lauria è morto domenica scorsa, verosimilmente, a causa di un infarto. L’anziano è stato ritrovato senza vita da alcuni familiari, che non riuscivano a contattarlo e si sono recati nella sua abitazione. Giovanni Lauria era stato scarcerato, dopo essere stato recluso al carcere di massima sicurezza di Tolmezzo, nel marzo del 2020: gli vennero concessi i domiciliari, con l’applicazione del braccialetto elettronico, a causa dell’età avanzata. La salma è stata accompagnata dai soli familiari e parenti, in forma privata, al cimitero di Licata per la benedizione e la successiva tumulazione. (ANSA)