12 Aprile 2024
Agrigento e ProvinciaCronaca

Migranti, in costruzione nuova tensostruttura a Porto Empedocle

 I vigili del fuoco stanno montando una tenda più grande per dare un riparo ulteriore, nell’area sbarchi di Porto Empedocle (Agrigento), ai migranti che eventualmente arriveranno o che verranno trasferiti dall’hotspot di Lampedusa. La tenda servirà per dare un riparo, di giorno e di notte, in caso di pioggia o di solleone, garantendo quindi una migliore accoglienza, in attesa che venga realizzato l’hotspot di contrada Caos, i cui lavori sono stati aggiudicati il 14 agosto. Sono stati già ordinati i materiali e l’assemblaggio dei container prefabbricati avviene in fabbrica. L’hotspot di Porto Empedocle – che sarà un punto di transito e non di accoglienza – sarà nell’ultimo lembo dell’area portuale, in una zona ben poco frequentata e lontana dal centro.

Per realizzare l’hotspot serviranno 2, massimo 3 mesi. Nell’attesa della collocazione dei container, la Prefettura di Agrigento ha chiesto e ottenuto la collocazione di nuove tende – risistemando l’area sbarchi – perché le persone, fra cui donne e minori, non possono essere lasciate senza protezione. L’emergenza è diventata lampante negli scorsi giorni quando a Porto Empedocle c’erano oltre mille ospiti e i migranti hanno passato la notte all’aperto, senza una copertura sulla testa. Da due giorni, inoltre, durante il pomeriggio, si registrano temporali e quindi i migranti non possono essere lasciati in area aperta. “Le tensostrutture sono assolutamente temporanee – ha confermato il prefetto di Agrigento, Filippo Romano, – La durata è relativa ai lavori di creazione dell’hotspot che verrà gestito dalla Croce Rossa italiana”. (ANSA)