28 Febbraio 2024
Catania e ProvinciaFood & Wine

Contrade dell’Etna 2024: aperte le iscrizioni per le cantine

Aperte ufficialmente le iscrizioni per le cantine che vorranno riservarsi un proprio spazio
all’interno della più importante kermesse del vino esistente sull’Etna. Si segna così lo step che dà
realmente il fischio d’inizio alla XV edizione di “Contrade dell’Etna”, che quest’anno si terrà
dall’11 al 13 Maggio.
La tre giorni dedicata alla cultura del vino, si svolge a Rovittello, Castiglione di Sicilia, in provincia
di Catania. Ad ospitare l’evento organizzato dalla società Crew, sarà ancora il Picciolo Etna Golf
Resort.
“Siamo pronti – dicono gli organizzatori Massimo Nicotra e Raffaella Schirò, della società Crew,
insieme a Sergio Cimmino – ad accogliere tutte le aziende che vorranno essere presenti. E’ tanta
l’attesa ed è proprio per andare incontro alla richiesta caldeggiata da moltissimi produttori, che
abbiamo creato le condizioni per far slittare a maggio l’edizione 2024. Assicuriamo – continuano
che si confermerà ricca di eventi nell’evento, un passo alla volta ne riveleremo i contenuti”.
La scorsa edizione ha registrato la presenza di ben 8mila partecipanti e di 105 aziende.
“Contrade dell’Etna” si è evoluta nel tempo, trasformandosi lentamente nel grande evento di
portata internazionale che è oggi.
I vignaioli che in passato si riunivano nelle cantine private per degustare e confrontarsi sulle
annate, hanno tenuto il passo con la continua escalation del mondo del vino, con l’asticella sempre
più alta delle attese relative alla qualità. E così “Contrade dell’Etna” va ora incontro al suo
quindicesimo anno di età. Molto tempo è trascorso da quando Andrea Franchetti, pioniere del
vino, trasformò il suo sogno in realtà. Alla base l’idea di convivialità che riunisce i produttori locali
nel rituale dell’”en primeur” importato direttamente dalla storica tradizione di Bordeaux.
Franchetti, proprietario dell’azienda etnea Passopisciaro e della toscana Tenuta di Trinoro,
coinvolse agli esordi i primi pochi produttori. Un’idea semplice e geniale che rinnovò l’energia del
territorio etneo già impregnato dalla tradizione secolare. Ogni Contrada, presente sulle pendici del
vulcano, è caratterizzata da proprietà e peculiarità uniche e inimitabili, determinate dalle differenti
composizioni del terreno. Le caratteristiche organolettiche, i differenti microclimi e l’inedita
composizione stratificata del terreno fanno sì che ciascun vigneto etneo acquisisca una propria
identità, riconoscibile ad ogni sorso di vino.
Con tanta storia alle proprie spalle, ancora una volta “Contrade dell’Etna”, per questa nuova
ricchissima edizione, si prepara ad accogliere cantine, esperti del vino, appassionati, e giornalisti
italiani e stranieri.