28 Febbraio 2024
Palermo e ProvinciaPolitica

Pd Sicilia: Marco Greco segretario regionale Giovani Dem, è polemica

È Marco Greco, consigliere comunale di Enna del Partito democratico, il nuovo segretario regionale dei Giovani democratici, eletto nelle ore scorse a San Cataldo. E’ questo l’esito del congresso del 10 e dell’11 febbraio dei Gd siciliani a cui hanno preso parte, nella prima giornata, il segretario regionale del Pd, Anthony Barbagallo, il parlamentare Giuseppe Provenzano, il senatore Antonio Nicita ed il segretario della Federazione provinciale PD di Caltanissetta, Renzo Bufalino. Una elezione che sta suscitando grandi polemiche contestata, in un documento, dagli iscritti dei Gd di Agrigento, Palermo, Trapani, Caltanissetta, Messina, Catania e Siracusa, in merito a presunte irregolarità che, secondo gli stessi esponenti democratici, sono al centro di una delibera della Commissione nazionale di garanzia del Pd. “La delibera n.2/2024 ha fatto emergere – si legge nel documento – tutto ciò che da settembre 2023 denunciamo: dal tesseramento online risultano 120 iscrizioni anomale alla Giovanile, quasi il 15%.

A queste si sommeranno le cartacee, non controllate e in cui sembra ci saranno tantissime ulteriori irregolarità”. Una delibera dellla Commissione di garanzia aveva indicato i passi che sarebbero stati necessari per la celebrazione del congresso dei Giovani democratici: “la revisione dell’anagrafe on line con l’esclusione delle 120 iscrizioni anomale segnalate; la comprovata verifica e certificazione del tesseramento cartaceo; l’eventuale conseguente nuova determinazione dei delegati congressuali”. Inoltre, “solo al termine dell’espletamento di tutte e 4 le prescrizioni si potrà convocare l’assemblea congressuale regionale”. A difendere la legittimità del congresso è stato Filippo Fiorentino, che ha parlato “a nome dei Giovani Democratici delle Madonie e degli altri tesserati presenti della federazione di Palermo”. L’esponente Dem “ha espresso il rammarico per il vile tentativo di boicottaggio messo in atto da una piccola parte del partito nei confronti del Congresso, condannando, altresì, le ingiustificate assenze di parte dei Gd siciliani”. Ma i giovani democratici delle sette sezioni ritengono, sostanzialmente, illegittima l’elezione di Marco Greco. (ANSA)