19 Maggio 2024
Agrigento e ProvinciaSport

Sindaco di Siculiana a Modena per iniziative in ricordo di Ayrton Senna a 30 anni dalla morte

Il sindaco di Siculiana, Peppe Zambito, a Modena per partecipare alla giornata inaugurale del “Senna 30years”, un ricco calendario di eventi per ricordare, Ayrton Senna, a trent’anni dalla tragica scomparsa, dopo il Gran Premio di Formula 1 all’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari di Imola”.

Mostre, eventi sportivi, spettacoli che si snoderanno dal 21 marzo al 2 giugno per iniziativa del Comune di Imola in collaborazione con l’Instituto Ayrton Senna, il Ministero degli Esteri e la Regione Emilia-Romagna. Con un focus particolare il 1^ maggio, giorno della morte del grande pilota brasiliano originario di Siculiana (Agrigento).

La cittadinanza onoraria postuma ad Ayrton Senna sarà conferita dal sindaco di Siculiana, Peppe Zambito, il prossimo 4 maggio. Nello stesso giorno sarà inaugurato un museo dedicato al grande campione brasiliano di Formula 1 morto nel tragico incidente avvenuto nel circuito di Imola il primo maggio di trent’anni fa.

La bisnonna di Senna era originaria di Siculiana: si chiamava Giovanna Magro. Nei primi del Novecento la sua famiglia emigrò in Brasile. Qui la giovane Giovanna conobbe Luigi Senna, che diventerà suo marito. Sarà questo il ceppo familiare da cui, nel 1960, nascerà Ayrton Senna.  “Ad Ayrton Senna campione dalle indiscusse origini siculianesi che ha saputo, attraverso lo sport, promuovere i valori di coraggio, determinazione e solidarietà. Universalmente riconosciuto come uomo generoso e attento a gesti di amicizia verso le persone in difficoltà, esempio positivo per le nuove generazioni”. Queste le motivazioni con cui il sindaco ha proposto l’atto in giunta, si attende adesso solo il via libera del consiglio comunale.

“Le radici e la memoria – ha dichiarato il sindaco Peppe Zambito – sono strumento per rafforzare l’identità del nostro territorio. Il Comune di Siculiana ha progettato un museo dedicato ad Ayrton Senna che conterrà il racconto di una famiglia di emigranti siculianesi la cui determinazione e coraggio li spinge ad attraversare l’oceano e raggiungere il Brasile. Una famiglia come tante che porta con sé i valori della nostra terra e che regalerà al mondo uno straordinario campione. E proprio il coraggio e la determinazione, intrecciato alla forte fede e alla solidarietà sono i valori ereditati da Ayrton Senna, esempio di uomo e sportivo universalmente riconosciuto come portatore sano di questi valori. Sono contento che la famiglia abbia accolto con entusiasmo l’iniziativa del Museo, rendendosi disponibile a una collaborazione”.

La famiglia del campione brasiliano, che sta collaborando col Comune di Siculiana alla ricostruzione della storia, sarà ricevuta nei prossimi mesi dal sindaco Zambito. A loro verrà consegnata la cittadinanza onoraria postuma per Ayrton Senna, chiudendo un cerchio che si era aperto nell’Ottocento. “La volontà di ‘restituire le origini’ a concittadini costretti dalle condizioni economiche a lasciare Siculiana da parte dell’amministrazione comunale – racconta il primo cittadino – ha dato inizio ad un percorso di riscoperta della propria storia, a cominciare dal matrimonio tra Costanza Chiaramonte e Brancaleone Doria (1311) e della leggenda dei matrimoni benedetti che fa di Siculiana la Città degli sposi. Un progetto di ricerca storica, con un’attenzione particolare rivolta ai tanti siculianesi nel mondo, che tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900, emigrarono in cerca di una vita migliore. Tra questi, proprio i trisavoli di Ayrton Senna”.