24 Maggio 2024
Agrigento e ProvinciaCultura & Società

Siculiana, il Museo #MeTe di Siculiana compie 10 anni di attività: convegno celebrativo il 27 aprile

Il Museo #MeTe di Siculiana compie 10 anni di attività, nell’occasione l’ALT Associazione Leisure and Tourisme organizza un convegno celebrativo sabato 27 aprile, alle ore 18, nei locali del Museo, in via Picarella snc, quartiere Casale Siculiana. Il convegno celebrativo intende ripercorrere le tappe significative che hanno portato sia alla fondazione del Museo, sia alla continua proposta culturale che l’Associazione ALT ha portato avanti negli anni.

“L’idea di istituire il Museo – si legge in una nota – viene concepita nel 2009 quando alcuni giovani di Siculiana decidono di fondare l’ALT Associazione Leisure and Tourisme. Nel 2010 l’Associazione organizza in collaborazione con il Comune di Siculiana le “Celebrazioni del Settecentenario” della Fondazione del paese; per l’occasione viene allestita, presso i locali del Castello Chiaramonte, la mostra audio-video-fotografica dal titolo “Frammenti di Memoria”. In quell’occasione l’Associazione ALT, l’associazione Siculiana On Line e numerosi cittadini collaborarono recuperando e acquisendo in file diverse fotografie d’epoca. Nel 2011 l’associazione ALT organizza il Laboratorio Permanente per la Ricerca Etnografica organizzando, tra l’altro, i primi Campi Estivi per il Museo della Memoria e del Territorio. Nel 2012 prosegue il lavoro di ricerca e contestualmente si procede con una progressiva raccolta di oggetti di interesse etnoantropologico. Durante i Campi Estivi del 2012, l’associazione elabora diversi Itinerari Museali a Cielo Aperto.

Nel 2013 il Comune di Siculiana autorizza l’associazione ALT ad utilizzare i locali museali ubicati presso la via Picarella, nel suggestivo quartiere Casale. Nel 2013 l’associazione, non avendo ricevuto nessun contributo pubblico per l’allestimento del Museo, comincia a raccogliere fondi tra i privati. Nell’estate del 2013, durante i Campi Estivi, si organizza il Laboratorio per la Catalogazione dei Beni Demoetnoantropologici. Dal mese di ottobre 2013 partono i lavori di allestimento con i pochissimi fondi raccolti tra i privati. Nei primi mesi del 2014 l’associazione prosegue i lavori di allestimento e la raccolta fondi. In data 30 aprile 2014, dopo anni di fatica e lavoro, l’associazione concretizza quell’idea concepita nel 2009: fondare il #MeTe Museo della Memoria e del Territorio. Nel corso degli anni l’Associazione si è dedicata anche ad attività di rigenerazione urbana mediante interventi artistici site-specific presso il quartiere Casale, il quartiere Sant’Antonino e la via Finestre. Inoltre, grazie alla collaborazione di numerosi soci, negli anni si sono proposte diverse mostre artistiche e storiche, convegni, dibattiti di storia contemporanea, presentazione di libri e spettacoli: una proposta culturale che ha visto da sempre come punto fermo l’identità del territorio e il coinvolgimento della comunità locale.

Attualmente l’Associazione è impegnata nella sistemazione dell’Archivio storico-locale e nell’opera di recupero e conservazione di patrimonio librario, artistico ed etnoantropologico, grazie alle continue donazioni di numerose famiglie siciliane. Le continue acquisizioni del Museo portano così in essere nuove esigenze e l’idea di allestire nuovi spazi con lo scopo di rendere fruibile al pubblico le numerose collezioni che, per ragioni economiche e di logistica, non possono attualmente essere esposte”.