24 Maggio 2024
Palermo e ProvinciaPolitica

Corruzione, difesa Sammartino pronta a fare ricorso al Riesame contro sospensione funzioni e cariche pubbliche

Luca Sammartino dice di avere “grande fiducia e rispetto verso la magistratura”, anche dopo “i provvedimenti che l’autorita’ giudiziaria ha ritenuto di contestarmi”. Il deputato regionale della Lega rimane, dopo l’interrogatorio a Catania, sospeso per un anno dalle funzioni e dalle cariche pubbliche, dunque non piu’ vicepresidente della Regione siciliana e assessore all’Agricoltura, cariche da cui si e’ dimesso, ma deputato regionale, come tiene a precisare lui stesso, si’. Deputato e’ infatti una carica elettiva, anche se l’ordinanza del Gip Carla Aurora Valenti parla di sospensione dai “pubblici uffici ricoperti, con interdizione da tutte le attivita’ inerenti” con l’accusa di corruzione aggravata. E’ stata proprio il giudice Valenti a sentire l’esponente della Lega, con l’interrogatorio di garanzia, in cui l’indagato era assistito dal suo legale, l’avvocato Carmelo Peluso.

“E’ corretto – insiste Sammartino dialogando con i giornalisti – che l’autorita’ giudiziaria svolga le proprie funzioni e io le rispetto”. Peluso ha anticipato che la difesa fara’ ricorso al tribunale del Riesame, sempre che non sia lo stesso Gip a revocare il proprio provvedimento, dopo l’interrogatorio di oggi. “Ho deciso di rispondere a tutte le domande del giudice e dei Pm in circa tre ore di interrogatorio. Ritengo di avere chiarito ogni punto delle due contestazioni che mi vengono mosse. L’accusa ritiene – afferma Sammartino – che io abbia contribuito alla procedura che ha condotto alla revisione della pianta organica delle farmacie nel Comune di Tremestieri e che abbia fatto bonificare la mia segreteria da un carabiniere fuori servizio. Entrambe le accuse sono infondate e oggi ho puntualmente spiegato le ragioni. E’ bene precisare che non mi e’ mai stato contestato alcun rapporto illecito con personaggi legati ad ambienti criminali e men che meno un’ipotesi di voto di scambio. Sono sereno e mi auguro che la verita’ venga subito a galla”. (AGI)