15 Giugno 2024
Agrigento e ProvinciaCronaca

Corruzione, domiciliari al capo dei vigili di Agrigento

Le esigenze cautelari si sono affievolite: con questa motivazione il gip del tribunale di Palermo ha concesso gli arresti domiciliari a Gaetano Di Giovanni, comandante della polizia municipale nonche’ capo di Gabinetto del sindaco Francesco Micciche’, finito in carcere l’11 aprile con l’accusa di corruzione. Di Giovanni, 59 anni, all’epoca dei fatti, ovvero nell’estate del 2021, dirigente del distretto socio-sanitario di Agrigento, e’ accusato di avere favorito l’affidamento del servizio di assistenza domiciliare per anziani non autosufficienti (per un totale complessivo di 204.051 euro) alla societa’ Medea e l’affidamento dei servizi socio-assistenziali nei Comuni di Santa Elisabetta e di Agrigento (per un importo complessivo di 89.355 euro) alla coop Nido d’Argento, ricevendo dai rappresentanti della societa’, in almeno tre tranches, la somma complessiva di 7.500 euro. (AGI)