Scuola, 20° anniversario dell’istituto di padre Puglisi: “Sfida vinta”

Oggi ricorre il ventennale della fondazione della scuola Media di padre Pino Puglisi, parroco di Brancaccio, da lui fortemente voluta e ottenuta. Padre Pino Puglisi aveva fatto piu’ volte la domanda al Comune di Palermo per donare ai ragazzi del quartiere una scuola media. Aveva interpellato politici, giornali, istituzioni, anche l’Arcivescovo, ma nulla era accaduto. “Il suo martirio ricorda la scuola nella sua pagina web – convinse le istituzioni a costruire una scuola media nel quartier”. Cosi’ nel 1995 si diede il via ai lavori di costruzione che terminarono nel 2000. Finalmente il 13 gennaio 2000, con una grande ed emozionante cerimonia, durante la quale la nuova scuola venne intitolata a padre Pino Puglisi, il nuovo edificio scolastico venne inaugurato alla presenza dell’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e di sua moglie, la Signora Franca. “A voi ragazzi – scandi’ l’allora capo dello Stato – dico questo: Ricordate sempre che la vostra forza sta nel rispettare il vostro compagno, sta nel riconoscere a chi vi sta vicino oggi, come compagno di scuola e di giochi e, domani, come compagno di vita, gli stessi diritti che voi ritenete di avere e di rivendicare… Abbiate sempre dignita’ di voi stessi”. “Queste parole pronunciate da Ciampi nel suo discorso nel giorno dell’inaugurazione sono da sempre a fondamento dell’azione educativa della nostra scuola”, sottolineano dall’istituto.

L’istituto comprensivo Padre Pino Puglisi, viene sottolineato dalla scuola, “e’ oggi uno dei pochi baluardi di legalita’, simbolo di un quartiere che vuole rinascere, principale punto di riferimento di molte famiglie che hanno bisogno di entrare in contatto con le altre Istituzioni”. Il 2020″ sara’ percio’ ricco di avvenimenti volti a celebrare questa importante data ed a confermare l’importanza della scuola e la presenza dello Stato nel nostro quartiere”. Oggi gli alunni della scuola secondaria di I grado, con una rappresentanza degli alunni delle V classi hanno assistito a una rappresentazione tratta dallo spettacolo “Non me l’aspettavo” di e con Salvo Piparo. Nel corso del mese di gennaio e febbraio, inoltre, avranno luogo una rassegna musicale; un torneo sportivo; una mostra fotografica che documenta la vita della scuola in questi 20 anni; una riunione straordinaria congiunta del primo collegio dei docenti dell’anno scolastico 1999-2000 e dell’attuale collegio dei docenti per rivivere l’importante momento della fondazione dell’istituto. “Oggi, a vent’anni dall’inizio dell’azione educativa della scuola a Brancaccio, possiamo dire – conclude la sciola – che si sono concretizzate le parole pronunciate in quel giorno dal presidente: “A voi ragazzi e a voi insegnanti, l’augurio vivissimo che in questa scuola, che nasce nel ricordo di una persona cosi’ nobile, possiate trovare quello slancio che vi porti ad essere cittadini della Sicilia, cittadini dell’Italia, cittadini dell’Europa con pienezza di opere, con nobilta’ di sentimenti”. (AGI)