Depistaggio strage via D’Amelio, poliziotto: ”Scarantino era molto geloso della moglie”

Scorsa udienza ha raccontato lo sviluppo delle indagini sulla strage. E ha riferito delle intercettazioni telefoniche a San Bartolomeo a Mare: “I brogliacci li firmava l’operatore che sentiva la telefonata, il sottoufficiale o l’agente al momento della telefonata. Non c’era un servizio fisso. Non si faceva sempre. Dipendeva dal lavoro che avevamo fuori e dalla consistenza del nastro. Si andava, si ascoltava la telefonata e si firmava”. Oggi il procuratore aggiunto Gabriele Paci ha mostrato i brogliacci delle intercettazioni a Maniscaldi chiedendo di riconoscere la grafia dei colleghi che avevano firmato i documenti. “Questa grafia è di Mattei – dice – la riconosco perché abbiamo fatto insieme le squadre del fantacalcio”. Parlando ancora di Scarantino ha spiegato che “era un tipo molto particolare ma io non ho mai avuto problemi con lui”. (Adnkronos)