Vinitaly special edition a ottobre, si riaccende il business del vino

Verona riaccende il business del vino con una special edition di Vinitaly che si terra’ dal 17 al 19 ottobre prossimi, in presenza e in sicurezza, nei padiglioni della fiera scaligera. Un appuntamento b2b in presenza posizionato strategicamente come punto di arrivo delle prime iniziative commerciali all’estero di Veronafiere, al via dal 3 aprile in Cina, per poi ripartire con verso il 54/O Vinitaly aperto al pubblico dal 10 al 13 aprile 2022. L’evento di ottobre e’ stato presentato oggi in un webinar cui hanno preso parte i vertici di Veronafiere, Maurizio Danese e Giovanni Mantovani, e in collegamento il ministro dell”agricoltura Stefano Patuanelli, il sottosegretario agli affari esteri Manlio Di Stefano, e il presidente di Ice Agenzia, Carlo Ferro. La Special Edition di Vinitaly ha l’obiettivo di riunire istituzioni, associazioni di filiera e aziende, coinvolgendole in un progetto di sistema che rappresenta il primo evento business del 2021 dedicato al settore vitivinicolo. “Il vino italiano -ha detto Maurizio Danese, presidente di Veronafiere – e’ un settore fondamentale che esprime un valore alla produzione di circa 12 miliardi e un export che nel 2020 si e’ fermato a 6,3 miliardi di euro, in flessione del 2,3%. In questo scenario ritornare a programmare e a fare eventi in presenza e’ ancora piu’ fondamentale. Lo confermano gli operatori nazionali ed esteri di Vinitaly in un sondaggio realizzato tra dicembre e gennaio scorsi: oltre il 30% del campione ha evidenziato che partecipare alle fiere sara’ ancora piu’ importante che in passato, mentre piu’ del 60% ritiene che le fiere saranno ugualmente rilevanti”. (ANSA)