Vescovo di Noto a bambini: ”Babbo Natale non esiste”

“Babbo Natale non esiste e la Coca Cola – ma non solo – ne usa l’immagine per accreditarsi come portatrice di valori sani”. Antonio Stagliano’, vescovo della Diocesi di Noto, cantautore per diletto, sorprende tutti nella basilica del SS. Salvatore a Noto, al termine di una partecipata manifestazione, il festival delle “Arti Effimere”, che nella cittadina barocca ha richiamato alunni di tutte le eta’. Il clou dell’evento e’ stata la rievocazione dell’arrivo di San Nicola a cavallo. “No, Babbo Natale non esiste. Anzi, aggiungo che il rosso del vestito che indossa e’ stato scelto dalla Coca Cola esclusivamente per fini pubblicitari”. Tra lo stupore di quanti lo stavano a sentire – piccoli e grandi – monsignor Stagliano’ si e’ soffermato su un tema molto caro ai bambini: le prossime festivita’ natalizie. Quelle parole hanno colto di sorpresa i piu’ piccoli ma a generare la polemica, specialmente sui social, sono stati i grandi.

“Ho detto che Babbo Natale non e’ una persona storica come San Nicola da cui e’ stato tratto il personaggio immaginario – ha aggiunto monsignor Stagliano’ – Ho spronato i piu’ giovani ad avere di Babbo Natale un’idea piu’ incarnata per poter vivere meglio l’attesa e soprattutto lo scambio dei doni. Se Babbo Natale e’ San Nicola, i bambini dovrebbero aprirsi ad un sentimento di vicendevole aiuto, alla solidarieta’ dei doni verso i bimbi piu’ poveri. Con tutto il rispetto per la casa produttrice della Coca Cola”che si e’ inventata Babbo Natale – ha commentato Stagliano’ – il compito del vescovo e’ annunciare la carita’ evangelica, anche attraverso questi simboli della cultura popolare. E’ una via per fare poptheology e recuperare il senso vero della tradizione cristiana del Natale. Per il resto – ha concluso – i bimbi sanno che Babbo Natale e’ papa’ o lo zio. Quindi nessun sogno infranto”. (ANSA)