Ucraina, trova lavoro infermiera scappata dalla guerra e arrivata in Sicilia col ”bus di Carla”

Avra’ un lavoro Anna, 40 anni, l’infermiera ucraina arrivata in Sicilia col pullman della missione umanitaria “Favara for Ukraine”. Giunti a Messina dopo aver attraversato mezza Europa, a Florinda Saieva – la mamma della sedicenne Carla Bartoli che ha pensato e realizzato la raccolta fondi per portare in salvo donne e bambini in fuga dalla guerra in Ucraina – e’ arrivata la notizia. Anna svolgera’ la sua professione – con un contratto a tempo determinato – in un hub di Campofranco (CL) dove ci sono altri 5 posti disponibili per infermieri provenienti dall’Ucraina. “Negli ultimi anni, non ho svolto il lavoro di infermiera nel mio Paese perche’ pagano troppo poco – ha raccontato Anna – . Sono contenta pero’ di avere una possibilita’ di rimettermi in gioco in Sicilia dove faro’ del mio meglio”. La missione umanitaria si e’ caratterizzata da un continuo ripetersi di piccoli successi, ma anche di gesti di grande solidarieta’: ieri sera la catena Autogrill, contattata da Florinda Saieva, ha offerto la cena – a base di pizza, frutta e bevande varie – a tutti i profughi e i componenti della spedizione. (ANSA)