Turismo: Contessa Entellina lancia “Trazzere e gusto” alla Bit di Milano

Contessa Entellina, San Vito Lo Capo, Partanna e Federalberghi Trapani protagonisti all’interno del progetto “The Best of western Sicily” per l’ultimo giorno della Bit, la Borsa Internazionale del Turismo che si chiude oggi, martedì 12 aprile, a Fiera Milano city. Tredici partner insieme (i Comuni di Marsala, Partanna, Castellammare del Golfo, San Vito Lo Capo, Erice, Pantelleria, Salemi, Alcamo, Castelvetrano, Contessa Entellina, Favignana-Isole Egadi, Liberty Lines e Federalberghi Trapani) hanno promosso in fiera il meglio della Sicilia Occidentale all’interno di un’unica area espositiva realizzata e progettata dall’agenzia Feedback di Palermo in collaborazione con Telesud Trapani.

“Trazzere e gusto” è il progetto turistico promosso dal  Comune di Contessa Entellina: antiche trazzere che venivano usate per la transumanza sono diventati percorsi alla scoperta del territorio che hanno messo in rete i giovani imprenditori locali: dal caseificio all’azienda vitivinicola, dall’oleificio fino all’arte dell’iconografia. “Il nostro piccolo borgo, che conta 1.500 abitanti ma che insiste in un territorio di 136 km quadrati – ha detto Leonardo Spera, sindaco di Contessa Entellina– è immerso nella Valle del Belice e vanta un’identità molto forte grazie alla tradizione greco-bizantina che ne caratterizza lingua, storia e cultura. Oggi, grazie al progetto Trazzere e gusto, siamo riusciti a trasformare una vocazione agricola in via di sviluppo economico. Abbiamo cominciato da poco più di un anno ma già raccogliamo i primi risultati: i turisti apprezzano il contatto con le persone che vivono nei luoghi e li raccontano”. Presente all’appuntamento anche l’attore Paolo Ricca, protagonista di film e fiction televisive, che è nato a Contessa Entellina. “Le origini siciliane mi hanno aiutato a farmi strada nella carriera di attore – ha detto Ricca – nel distinguermi e caratterizzarmi. Di Contessa apprezzo ancora oggi la genuinità, la semplicità dei luoghi e delle persone. Sto lavorando ad una sceneggiatura che possa raccontare un po’ le mie origini dal titolo “I picciotti di Contessa”.

L’assessore al turismo di San Vito Lo Capo, Nino Ciulla, ha presentato il progetto “San Vito Virtual” realizzato in collaborazione con l’architetto e fotografo Francesco Ferla, che offre la possibilità di “viaggiare” virtualmente attraverso le bellezze del territorio grazie ad una tecnologia innovativa basata sui droni che consente una visione a 360 gradi. “Una tecnologia – ha spiegato Ciulla – che apre la fruizione di luoghi come il Monte Cofano o il Monte Monaco o la riserva dello Zingaro ma anche sport come il climbing, il trekking montano o il parapendio anche a bambini, disabili o anziani. Un progetto mirato al turismo sì ma che ha anche una valenza sociale”.

Partanna, di cui era cittadino onorario il professore Sebastiano Tusa, avrà sede la Fondazione ‘Sebastiano Tusa’, nell’area archeologica di contrada Stretto. Ad annunciarlo il sindaco di Partanna Nicolò Catania,  insieme a Valeria Li Vigni, presidente della Fondazione. “Sebastiano Tusa considerava Partanna il suo buon ritiro ha detto Catania –  sono felice quindi di annunciare che ospiteremo una sezione, una prima succursale della fondazione che ha sede a Palermo. E a Partanna esiste anche l’Associazione Prima Archeologia Mediterranea che lui ha seguito con i suoi studi. Infine ricordo l’importante dipinto del Sanfilippo, ritrovato in un’abitazione ‘salvata’ dalla demolizione: il prossimo anno ricorre il centenario della nascita di Antonio Sanfilippo ed è in programma una mostra e una sorta di “museo continuo” in tutta la città, con la cura del professore Bruno Corà, storico dell’arte e presidente della Fondazione Burri. Ci sarà un biglietto unico per visitare le Cave di Cusa, il Parco di Selinunte e il museo di Partanna. La nostra città ha una storia millenaria che sta venendo a galla: questo siamo venuti a raccontare in Bit”. A chiudere il programma l’appuntamento con Federalberghi Trapani.  “Un’esperienza entusiasmante questa in Bit – ha detto Antonio Marino, presidente di Federalberghi Trapani – che ha consentito ai partner di fare davvero rete proponendosi in maniera sinergica a viaggiatori e tour operator. Le previsioni per la summer 2022 sono ottime: la gente ha voglia di viaggiare, di tornare alla vita e i ponti di primavera registrano già il tutto esaurito soprattutto in località turistiche come San Vito Lo Capo e Castellammare del Golfo e Trapani città grazie al turismo religioso dei Misteri. Dagli incontri con i buyer internazionali sono state avviate, inoltre, collaborazioni con la Polonia e con Praga interessate alla Sicilia Occidentale in bassa stagione”.