18 Aprile 2024
Agrigento e ProvinciaCronaca

Emergenza migranti a Porto Empedocle, prefetto ringrazia volontari

“Grande plauso a tutti gli operatori di polizia, agli autisti dei pullman che arrivano a Porto Empedocle anche in orari improponibili e anche il giorno di Ferragosto, ma soprattutto un ringraziamento di cuore lo voglio fare agli uomini e alle donne della Croce rossa e ai volontari di Protezione civile. Fra tutti gli operatori, i volontari meritano un cenno particolare proprio perché volontario. Idealmente li abbraccio tutti”. Lo ha detto il prefetto di Agrigento, Filippo Romano, rivolgendosi a quanti stanno gestendo la situazione infernale di Porto Empedocle dove, nell’area di pre-identificazione del porto, ci sono 1.269 migranti e dove ieri sera ci sono stati disordini e rischi.

Il prefetto ha stabilito che, per oggi e domani, solo il dirigente del commissariato di polizia, il vice questore Chiara Sciarabba, potrà decidere, solo in caso di estrema necessità, se, come e quando, spostare dei migranti al Palasport che ancora non è stato completamente ripulito ed ha dei problemi ai servizi igienici. Solo domani il Palasport potrà essere utilizzato in sicurezza, ma domani arriveranno le tende dei vigili del fuoco e della Protezione civile regionale. “Verranno posizionate anche delle tende piccoline, mono o bifamiliari, – ha spiegato Romano – . Potrebbe pure accadere che il Palasport non venga proprio utilizzato, oppure che venga usato per un paio di giorni e poi verrà tenuto solo per le emergenze e in numeri ridotti”.

Il prefetto sta cercando di contemperare le esigenze dei migranti, ma anche dei lavoratori di Porto Empedocle dopo che ieri, un barista e i suoi dipendenti, si erano incatenati per impedire l’accesso dei nordafricanti nella struttura che è inagibile per usi sportivi. “Il sindaco di Porto Empedocle ci ha fatto visitare anche uno dei capannoni industriali che ci sono in zona, potrebbe essere utilizzabile, ma non nell’immediato” ha concluso. (ANSA)