22 Febbraio 2024
Agrigento e ProvinciaCultura & Società

”Dalle macerie alla bellezza”: a Montevago una giornata tra memoria, cultura e sapori (VIDEO)

A Montevago oggi tra bellezze ed eccellenze. Una giornata dedicata al turismo e ai prodotti della terra come l’olio e il vino, chiamata “Dalle macerie alla bellezza”. Il paese belicino ha offerto l’opportunità di conoscere il percorso dei ruderi e di confrontarsi sui progetti legati al turismo, con un occhio all’evento Agrigento Capitale della Cultura 2025 che coinvolge non solo il capoluogo ma l’intera provincia. La giornata è iniziata con un percorso guidato tra i ruderi di Montevago con le guide naturalistiche Marcello Mira e Antonino Dinolfo, di VisitAgrigento, e la collaborazione di Michele Giambalvo, presidente dell’associazione La smania addosso. A fare gli onori di casa il  sindaco Margherita La Rocca Ruvolo. Il percorso si è concluso con una degustazione di olio e vino di Montevago nella sede del Baglio Ingoglia, cui seguirà un talk dedicato alle eccellenze del territorio dal titolo “Il vino e l’olio come rinascita di un territorio”.

Al talk hanno partecipato il sindaco di Montevago Margherita La Rocca Ruvolo, Gesuela Monteleone della Pro Loco Montevago, l’assessore all’Agricoltura Francesco Russo, Francesco Marino, segretario regionale Città dell’olio, Stefano Ientile della cantina “La chiusa” di Montevago e il produttore di olio Francesco Amodeo. Nel pomeriggio, alla biblioteca comunale del paese, due talk dedicati al turismo del paese del Belice:  “I ruderi tra storia e futuro”, moderato dal giornalista Alan David Scifo, con i contributi del sindaco La Rocca Ruvolo, Giuseppe Taibi, capo delegazione provinciale Fai Agrigento e Fabrizio Ferreri, sociologo del territorio e assegnista all’università di Catania. A seguire “Montevago per Agrigento 2025” con i contributi di Nenè Mangiacavallo, presidente di Empedocle consorzio universitario Agrigento, e Carmelo Cantone, assessore alle Attività produttive, sviluppo economico e promozione del territorio del Comune di Agrigento.