28 Febbraio 2024
Cronaca

Cuffaro: incontro con Lombardo? Gli ho regalato mio vino

“Leggo stamattina la fantasiosa le storia del mio incontro con Raffaele Lombardo. Di vero, c’è soltanto che ci siamo incontrati, che abbiamo parlato di politica come possono fare due persone che hanno vissuto esperienze difficili e di sofferenza, non belle, e che non nutrono più voglie di candidature, e che gli ho portato il mio vino rosso ‘Euno’, lo schiavo di Sicilia che si ribellò ai Romani e guidò la prima guerra servile nel 132 a.c., la prima rivolta degli schiavi che in Sicilia, prima di ogni altra parte del mondo, pensano e chiedono di ‘essere uomini e non cose’. Una straordinaria pagina di storia, Euno è un martire per la libertà. Tutto il resto dell’articolo è fantasioso ed educatamente inventato”.

Lo dice il segretario nazionale della Democrazia Cristiana, Totò Cuffaro. “Con Raffaele Lombardo non abbiamo ‘spartito’ le aziende sanitarie, d’altronde lo stesso articolo sostiene che io sono per il sorteggio, non abbiamo fatto nessun accordo sui sub commissari dei termovalorizzatori, e meno che mai abbiamo concordato presidenti delle province. – aggiunge – Lombardo ha sempre sostenuto, come me d’altronde, che non vuole più candidarsi, e Silvio Cuffaro non ha nessun interesse a fare il presidente della provincia di Agrigento”. (ANSA)