Variante Covid, Razza: 1.115 citatdini entrati in Sicilia dal Regno Unito

“Sono 1115 i cittadini che, dal 14 dicembre scorso, hanno fatto ingresso nel territorio siciliano provenendo dal Regno Unito, di questi 636 hanno gia’ effettuato il tampone molecolare (risultato negativo) prima di arrivare nell’Isola. Tali dati sono stati estratti dagli uffici dell’assessorato regionale alla Salute e sono gia’ nella disponibilita’ dei Dipartimenti di prevenzione delle Asp per tutte le misure del caso contenute nella nuova ordinanza del ministro Roberto Speranza”. Lo dice l’assessore alla Salute della Regione siciliana, Ruggero Razza, commentando le iniziative previste dal governo nazionale contro la diffusione della variante del Covid-19. In Sicilia, dallo scorso 14 dicembre e fino al prossimo 7 gennaio, sono in vigore misure di contenimento dal virus che prevedono, tra le altre, la registrazione al portale siciliacoronavirus.it con la possibilita’ di inserire l’esito negativo di un test molecolare effettuato 48 ore prima dell’arrivo nel territorio siciliano. Nei principali varchi dell’Isola (porti, aeroporti, stazioni, etc) sono inoltre attivi punti di controllo e drive in dove e’ possibile effettuare gratuitamente un test antigienico rapido. “Siamo in attesa dell’ultimo volo proveniente da Londra e diretto a Palermo, decollato poco prima della ratifica dell’ordinanza del ministro – aggiunge Razza – per il quale abbiamo gia’ predisposto misure adeguate in un’area diversa da quella normalmente adoperata per i test ai cittadini provenienti da altre localita’”. (ANSA)