17 Giugno 2024
CronacaItalia

Green pass da domani in vigore, cambia la vita pubblica degli italiani

Da domani entra in vigore il Green pass, anche chiamato “Certificazione verde Covid-19”. Sara’ valido per tutti gli italiani dai 12 anni di eta’ in su e regolamentera’ la vita pubblica del paese. Il Green pass sara’ infatti richiesto per partecipare alle feste per cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”. Il Green pass servira’ anche anche per accedere a qualsiasi attivita’ ristorativa per consumare al tavolo, al chiuso. Non sara’ necessario per consumare al bancone o all’esterno dei locali. Con il Green pass spettacoli, eventi e competizioni sportive riabbracceranno il pubblico, anche se in capienza limitata al 50% all’aperto e al 30% al chiuso (in zona bianca).

La certificazione sara’ richiesta anche per i luoghi della cultura (musei, altri istituti e mostre) piscine, palestre, centri benessere (anche all’interno di strutture ricettive), sagre e fiere, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali, centri sociali e ricreativi (con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi) attivita’ di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casino’ e concorsi pubblici. Regioni e Province autonome possono prevedere altri utilizzi della Certificazione verde Covid-19. La Certificazione si ottiene dopo aver fatto almeno una dose di vaccino, o dopo essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti, oppure in seguito a guarigione da Covid-19 nei sei mesi precedenti. Dopo la prima dose di vaccino la certificazione ha validita’ a partire dal quindicesimo giorno dopo la somministrazione. Nei casi di seconda dose o dose unica dopo infezione, la certificazione sara’ generata entro un paio di giorni e avra’ validita’ per 270 giorni (circa nove mesi) dalla data di somministrazione. Nei casi di vaccino monodose (al momento solo Johnson & Johnson), la Certificazione sara’ generata dal 15esimo giorno dopo la somministrazione e avra’ validita’ per 270 giorni (circa nove mesi).

Per i guariti da Covid-19 la certificazione sara’ generata entro il giorno seguente e avra’ validita’ per 180 giorni (6 mesi). La Certificazione verde Covid-19 non e’ richiesta ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica. Per queste persone verra’ creata una Certificazione digitale dedicata. Finche’ questa non sara’ disponibile, possono essere utilizzate quelle rilasciate in formato cartaceo. Per viaggiare in Europa ed entrare in Italia, la Certificazione verde Covid-19 e’ valida dopo aver completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni. Restano uguali invece le altri condizioni (tampone e infezione pregressa). I minori al di sotto dei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza. Quando la certificazione e’ disponibile, si riceve un SMS o via email (dipende dai contatti comunicati agli operatori sanitari). Il messaggio conterra’ un codice di autenticazione (chiamato AUTHCODE) da usare sui canali in cui e’ possibile recuperare la certificazione: sul sito del governo dedicato https://www.dgc.gov.it/web/ tramite identita’ digitale (Spid/Cie) oppure con Tessera Sanitaria (o con il Documento di identita’ se non si e’ iscritti al Servizio sanitario nazionale) in combinazione con il codice univoco ricevuto via email o SMS (AUTHCODE); nel Fascicolo sanitario elettronico (tramite farmacie e medici di base); tramite l’App “Immuni”e l’App IO. La certificazione contiene un QR Code con le informazioni essenziali.   L’estensione del Green pass ad altre attivita’ e’ al centro del nuovo decreto atteso oggi in Consiglio dei ministri. Oltre ai trasporti a lunga percorrenza (treni, aerei, navi), ma non sul trasporto locale, il Governo e’ orientato ad introdurlo per il personale scolastico e per chi lavora nei settori dove da domani si accedera’ solo se muniti di Certificazione verde. (ITALPRESS)