Ravanusa, uno smash di solidarietà per familiari vittime strage dell’11 dicembre

Uno smash di solidarietà per Ravanusa. Padel e solidarietà, un binomio che esalta l’altra faccia dello sport, come dimostra la decisione di organizzare un torneo del cuore, per stringersi ai familiari delle vittime della strage dell’11 dicembre scorso e per cercare di dare un contributo economico e ringraziare il Comando provinciale di Agrigento dei vigili del fuoco. L’iniziativa è in programma dal 6 al 9 gennaio prossimo al Maracanã Soccer club di via Cavaleri Magazzeni, ad Agrigento. La cerimonia inaugurale si terrà giorno 6 alle 10. Domenica 9 gennaio alle 19 la cerimonia conclusiva alla presenza dei sindaci di Ravanusa, Campobello di Licata e di Agrigento, rispettivamente Carmelo D’Angelo, Giovanni Picone e Franco Micciché. Durante la manifestazione anche un momento per ringraziare il Comando provinciale dei vigili del fuoco di Agrigento: verrà consegnata una targa di encomio.

Due targhe commemorative in memoria delle vittime verranno, invece, consegnate ai sindaci di Ravanusa e Campobello di Licata, di cui era originaria Selene Pagliarello con in grembo Samuele.  Gli atleti che prenderanno parte al torneo giocheranno indossando una maglia commemorativa. Il ricavato della vendita delle maglie e parte dell’incasso verranno devoluti in favore dei familiari delle vittime di Ravanusa. Anche l’azienda Seap, con Sergio e Dario Vella, ha aderito all’iniziativa. “Anche attraverso lo sport passa la rinascita – evidenziano gli organizzatori – e il Padel può essere una metafora della capacità della nostra comunità di reagire ai momenti difficili. Quando giochi sai che c’è il tuo compagno, pronto a raccogliere la palla. Ecco, questo territorio deve essere compatto come una coppia nel padel”. (Adnkronos)