Elezioni in Sicilia, candidato con De Luca imprenditore antiracket Calì

L’imprenditore Gianluca Calì, presidente dell’associazione ‘Racket, usura e vittime di mafia’, si candida al Parlamento regionale siciliano con Sicilia vera, il movimento fondato dall’ex sindaco di Messina Cateno De Luca che si candida a governatore dell’Isola. Proprietario di alcune concessionarie di auto, nel 2011 denunciò la richiesta di pizzo da parte di mafiosi nell’area di Casteldaccia. “I mafiosi – ha spiegato Calì nel corso di una conferenza stampa a Palermo – volevano che pagassi il pizzo. Non gli ho dato nulla, li ho denunciati e ho continuato il mio percorso. Denunciare è l’unica strada possibile per far crescere al meglio i nostri figli – ha aggiunto -. Ho scelto di sostenere Cateno De Luca perché credo in lui, nello spirito e nei valori di Sicilia vera. Vedo in De Luca e nel suo movimento la possibilità di riscatto e cambiamento per la nostra terra”.

Sabato, alle 9:30, al teatro Golden di Palermo, si svolgerà la convention di Sicilia vera, durante la quale verranno presentate le prime candidature al Parlamento siciliano per le province di Agrigento, Trapani e Palermo. “Calì rappresenta per noi il simbolo di quella Sicilia che non si deve piegare alle mafie”, ha spiegato De Luca. In conferenza stampa anche l’ex Iena Ismaele La Vardera, che ha sposato il progetto di Sicilia vera: “Gianluca è un uomo coraggioso e la sua storia rappresenta l’emblema di quella Sicilia che vogliamo cambiare – le parole di La Vardera -. Siamo sicuri che potrà contribuire concretamente alla crescita del movimento con le sue idee e le sue azioni. Mentre la politica litiga al suo interno, fanno fatica ad approvare il bilancio, noi abbiamo già le idee chiare sugli uomini e le donne che devono rappresentarci”. (Com/Sac/Dire)