Foto rubate a donna agrigentina pubblicate su sito porno, indaga la polizia postale

Rubano le foto che una quarantenne agrigentina ha postato su Instagram e le inseriscono in un sito di incontri e pornografia. Ma fanno ancora di più perché oltre alle foto della donna sono state utilizzate anche le sue generalità: nome e cognome per esteso. Chi segue il sito internet o chi ha ricevuto il link – riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola – si è imbattuto nelle fotografie della quarantenne, collocate assieme ad altre di donne nude o in pose oscene: veri e propri clic pornografici. Se è vero, come è vero, che i reati sul web sono in aumento – e lo dimostrano anche i numeri forniti di recente dalla Questura di Agrigento – è purtroppo anche vero che accadono e purtroppo anch’essi sono frequenti, episodi di furti di identità. Inevitabilmente, fra angoscia, preoccupazione e rabbia, la quarantenne – una esercente di attività commerciale della Città dei Templi – s’è rivolta alla polizia Postale ed ha formalizzato una denuncia, a carico di ignoti, per furto di identità. Adesso spetterà agli agenti della Postale provare, laddove possibile, a tracciare la strada investigativa per giungere all’identificazione del balordo che si è appropriato ed ha utilizzato le fotografie della donna.