21 Febbraio 2024
Cronaca

Rai: speciale ”Pensare Pirandello” su Radio Techetè’

Per lo scrittore, nato nella contrada di campagna Kaos, vicino Agrigento, ognuno ha la sua verità, ma ogni persona rischia di essere inchiodata a dei giudizi che la fissano in una data “forma” o atteggiamento, come afferma il Padre nei “Sei personaggi in cerca d’autore”. Considerata il capolavoro di Pirandello, l’opera ha rivoluzionato completamente il modo di intendere la messa in scena per la scomposizione delle strutture drammatiche e l’eliminazione della quarta parete, che illusoriamente di frappone tra il pubblico e gli attori, grazie all’ingresso sul palcoscenico dei personaggi inventati e poi abbandonati dal proprio Autore, prima di aver trovato una propria compiutezza nelle forme dell’arte.

Lo speciale “Pensare Pirandello”, curato da Silvana Matarazzo in occasione dei novanta anni dell’assegnazione del Premio Nobel, comprende molte opere dell’autore, alcune realizzate negli studi radiofonici della Rai, come i “Sei personaggi” proposta nella magnifica versione diretta per Radiouno nel 1954 da Corrado Pavolini con Paolo Stoppa e Rina Morelli protagonisti, e numerose testimonianze di importanti critici, tra cui Sandro D’Amico e Nino Borsellino. A queste si aggiungono le interviste realizzate per l’occasione dalla curatrice ad Annamaria Andreoli, presidente dell’Istituto di studi pirandelliani, a Gabriele Lavia, che ha interpretato e messo in scena diverse opere del drammaturgo siciliano, e a Roberto Andò, regista del recente film sulla genesi dei Sei personaggi che ha avuto un grandissimo successo, “La stranezza”, interpretato da Toni Servillo e Ficarra e Picone. (LaPresse)