Resort Torre Salsa, via libera della Regione alla variante: potranno ripartire i lavori

Potranno ripartire senza problemi i lavori per la costruzione del resort di lusso in contrada Torre Salsa, tra Siculiana e Montallegro. I lavori, iniziati nel marzo del 2017, si sono fermati lo scorso febbraio in attesa dell’autorizzazione definitiva dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente dopo la presentazione di una variante al progetto. Adesso è arrivato il via libera con il decreto firmato dall’assessore Toto Cordaro che tecnicamente chiarisce che per la variante presentata non è necessaria la valutazione d’impatto ambientale e quindi non passerà al vaglio della commissione Via/Vas presieduta dal professore Aurelio Angelini. Intanto, il consiglio comunale di Siculiana nei giorni scorsi ha approvato nei giorni scorsi l’autorizzazione per la realizzazione della condotta del gas fino ai luoghi del resort. “A conclusione dell’istruttoria concernente la valutazione della variante presentata dal  proponente Società Ritempra S.p.A  al progetto della struttura turistico ricettiva denominata Adler Mare Nature & Spa Resort Torre Salsa – Centro benesser’ – si legge nel decreto che esprime parere di esclusiva valenza ambientale – è stato ritenuto che le modifiche  e gli adeguamenti apportati non rientrino nelle categorie di cui ai commi 6 o 7 dell’art. 6 del D.Lgs 152/2006”.

“La variante non è sostanziale e riguarda unicamente una disposizione leggermente diversa dei vari edifici sull’areale per motivi soprattutto geologici. Anzi, dal punto di vista ambientale è sicuramente migliorativa perché ci ritiriamo da una fascia di area sottoposta a un vincolo paesaggistico maggiore”, ha già spiegato l’imprenditore Andreas Sanoner, rappresentante legale della Adler, la società altotesina che si occupa da due secoli di impresa turistica e che ha deciso di ampliare l’offerta con una località di mare scegliendo come meta la Sicilia. Il nuovo Adler Mare Nature & Spa Resort, secondo quanto previsto dal progetto, darà lavoro a 200 persone per due anni in fase di costruzione e altri 140 dipendenti saranno assunti all’interno della struttura.

L’investimento complessivo è di 45 milioni di euro, di cui oltre 10 milioni arrivano da un finanziamento di Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa di proprietà del Ministero dell’Economia, che nell’Agrigentino ha già contribuito alla realizzazione del Verdura Golf Resort di Rocco Forte tra Sciacca e Ribera. Il resort di Torre Salsa offrirà 108 camere, di cui 94 doppie e 14 family-suites. A realizzare l’opera è la Ritempra Spa con sede legale a Ortisei (Bolzano). L’impresa esecutrice dei lavori e la “Torre Salsa Lavori Scarl” di Santa Venerina (Catania). Il progetto porta la firma dell’architetto Ugo J. Demetz. Il direttore tecnico è l’architetto Salvatore Tringali.

“Tutti i resorts Adler – ha sottolineato in una nota la società altotesina – sono contraddistinti da attenzione e rispetto assoluto nei confronti della natura e del contesto ambientale sia sotto l’aspetto della non invasività del complesso alberghiero, sia sotto l’aspetto della sostenibilità ambientale e l’uso dei materiali di costruzione utilizzati, legati alla bio – architettura. La famiglia Sanoner ha deciso di aggiungere alla sua offerta turistica una località di mare e ha scelto come meta la Sicilia per investire con la realizzazione e la gestione di un nuovo resort. La filosofia del progetto è di promuovere la Sicilia contribuendo a valorizzare i pregi paesaggistici del luogo, i siti e le offerte culturali della Regione. Un’attenzione particolare sarà riservata ai prodotti enogastronomici della zona, privilegiando i produttori locali, sarà realizzato un punto vendita all’interno della struttura, nella fase di realizzazione saranno coinvolte ditte locali e comunque siciliane”.