Vino, Planeta: il nostro Vinitaly 2022 il più denso di novità dal 1995

“Tornare al Vinitaly di Verona dopo 3 anni ha un significato particolare. Normale che in un lasso di tempo così ampio in azienda siano accadute tante cose; in un triennio denso di avvenimenti esterni così imprevedibili, abbiamo reagito nell’unico modo che ci veniva naturale: rimboccandoci le maniche e triplicando l’impegno. Così a Verona presenteremo tali e tante novità che ci vorrebbe un Vinitaly di 8 o 10 giorni”. E’ quanto si legge in una nota di Planeta.

“Iniziamo – prosegue l’azienda – dalle tante nuove annate che presenteremo: qui ci soffermiamo soltanto su Allemanda 2021 e Frappato 2021, le nostre prime due etichette a riportare la certificazione da agricoltura biologica. Sono il coronamento di un percorso iniziato 11 anni fa con la certificazione SOStain® – che nel frattempo è divenuta il benchmark regionale – e che farà sì che dalla vendemmia 2021 tutti i vini prodotti a Vittoria, Noto, Etna e Capo Milazzo saranno certificati, e da quella successiva anche la produzione di Menfi. Sempre in agricoltura, abbiamo lanciato il progetto “Viti Diverse”, che consentirà di selezionare il meglio del patrimonio ampelografico delle nostre varietà autoctone; ha preso vita l’Oasi di Capparrina, il nostro progetto di integrazione tra olivicoltura e natura; abbiamo prodotto – e porteremo in fiera – le prime mandorle a marchio LUZ, prodotte a Buonivini (Noto), dove abbiamo ricreato una classica triade agricola del territorio: vite, mandorlo e carrubo.

Questi e altri progetti sono racchiusi nell’impegno di responsabilità ambientale e sociale che abbiamo denominato “Planeta Terra” e che sarà il nostro filo conduttore a questo Vinitaly. Un altro vino che presenteremo per la prima volta al pubblico sarà Didacus Cabernet Franc 2017, il nostro rosso di punta, dedicato a Diego Planeta. La grande novità è la nuova cantina, pressoché ultimata: posta sul monte Cirami, a 450 metri di quota, proprio in vista dei vigneti da cui si ricava il nostro super-cru rosso, anch’essa è dedicata al nostro fondatore. Non vediamo l’ora di ospitarvi per visitarla, ma nel frattempo ve la presenteremo in Fiera. Non bastavano le nuove etichette: al Vinitaly 2022 vi presenteremo un’intera nuova azienda. Saranno con noi allo stand i nostri partner francesi di Oddo Vins & Domains, così come i primi tre vini di Serra Ferdinandea, il progetto siculo-francese che ha preso il via proprio durante questo strano triennio.

La Fiera sarà anche il momento per fare il punto con gli addetti ai lavori sui rating e sui riconoscimenti ai vini e all’azienda. Proprio in questi giorni abbiamo appena ricevuto quella che per noi è un’autentica consacrazione: il panel di esperti e addetti ai lavori di Drinks International ci ha inclusi per il terzo anno consecutivo in THE LIST, la classifica che definisce i marchi più prestigiosi e ammirati dei cinque continenti. Siamo immensamente orgogliosi di essere una dei quattro marchi italiani – su cinquanta marchi presenti nell’intera graduatoria – preceduti da tre mostri sacri quali Antinori, Gaja e Frescobaldi. Un riconoscimento anche alla Sicilia, che siede al fianco di Toscana e Piemonte, insieme a tutte le altre grandi regioni del vino del mondo intero. Infine, vogliamo concludere con un invito questa carrellata – parziale – su quanto avverrà al nostro stand del Vinitaly: una volta terminata la Fiera, ci piacerebbe accogliere quanti più appassionati e addetti ai lavori possibile in Sicilia, nelle nostre cantine, nelle quali abbiamo preparato tantissime novità legate all’ospitalità. Oggi più che mai sentiamo il bisogno di condividere il nostro lavoro, di assaggiare i vini e discuterne con passione, di “camminare la vigna” in compagnia. Planeta sarà al Vinitaly dal 10 al 13 aprile 2022 al Padiglione 2 Sicilia – Stand 16B/26C”.